I prodotti di Ubiquiti Networks (abbreviato: UBNT) sono generalmente molto apprezzati per la loro solidità e per la flessibilità nella loro configurazione, grazie a ciò possono essere agevolmente impiegati in ambiti abbastanza variegati per fornire connettività Internet.

In questa breve guida mi occuperò della configurazione di un dispositivo della serie EdgeRouter (nello specifico ho sottomano un modello ER-8), in maniera tale da suddividere le porte ethernet a disposizione in base a compiti specifici: una porta dedicata alla connessione Wan, una porta riservata alla configurazione/manutenzione dell’apparato, una porta dedicata ai dispositivi che si collegano via rete Lan (Intranet) ed infine svariate porte dedicate alla connettività wireless, mediante il collegamento di antenne WiFi dislocate in vari punti di un ipotetico edificio da “coprire”.

Questo il procedimento:

  • Se il dispositivo è già stato utilizzato in un’altra installazione, consiglio sempre di effettuare preventivamente un bel reset hardware per ripristinarlo alle sua configurazione di fabbrica.
  • A questo punto bisogna collegare un computer (con la sua scheda di rete preimpostata, ad esempio, sull’indirizzo IP 192.168.1.111 ) alla porta ethernet “Eth0” dell’EdgeRouter, quindi aprire un browser e inserire l’indirizzo IP di default dell’apparato, ovvero 192.168.1.1
  • Successivamente, nei campi della finestra di login che compare a video vanno inserite le credenziali di default, ovvero: utente ubnt e password ubnt
  • Prima di procedere con la configurazione, sarebbe il caso di verificare la presenza di eventuali aggiornamenti del firmware, in modo da utilizzare l’ultima versione del sistema operativo EdgeOS presente a bordo del nostro dispositivo
  • Fatto questo, per avere una buona base di partenza consiglio di andare nel menu “Wizards” e di selezionare il modello “Basic Setup”, in quanto consente una configurazione abbastanza agevole delle prime tre porte dell’apparato: “Eth0” viene utilizzata come porta Wan, “Eth1” come porta Lan1 e nel nostro esempio abilitiamo anche “Eth2” come porta Lan2.
    Queste sono le operazioni da eseguire:
    – configurare la porta Eth0/Wan in base al tipo di collegamento internet a disposizione (DHCP, Static IP, PPPoE, … Nel mio esempio, alla porta è stato assegnato l’indirizzo IP fisso 192.168.86.7 e il gateway è stato impostato sull’indirizzo IP 192.168.86.254 del router internet). La porta è stata successivamente rinominata “Internet”.
    – configurare la porta Eth1/Lan1 come “porta di sistema”, cioè come porta riservata all’accesso all’EdgeRouter (nel mio esempio ho configurato la porta con l’indirizzo IP 192.168.1.1 e ho disabilitato il servizio DHCP). La porta è stata successivamente rinominata “Local”.
    – attivare e configurare la porta Eth2/Lan2 come “porta “intranet” (nel mio esempio gli è stato assegnato l’indirizzo IP 192.168.2.1 ed è stato abilitato il servizio DHCP con un range di una cinquantina di indirizzi). La porta è stata successivamente rinominata “Local 2”.
    UBNT EdgeRouter - Basic Setup Wizard
  • Al termine di questa fase, bisogna salvare la nuova configurazione e poi riavviare l’EdgeRouter.
    Attenzione: per accedere nuovamente alla pagina di configurazione, d’ora in avanti bisognerà collegare il nostro computer alla porta “Eth1” (la “porta di sistema” nel nostro esempio, mentre l’indirizzo IP dell’apparato è rimasto immutato, ovvero 192.168.1.1 ).
  • Una volta effettuato il login, possiamo procedere con l’aggiunta di un “bridge” per aggregare le porte ethernet, nel nostro esempio dalla “Eth3” alla “Eth6”. Curiosamente, non sono riuscito nell’impresa agendo tramite la comoda interfaccia web: ogni volta che provavo ad aggiungere il bridge, l’interfaccia si imballava durante il salvataggio della configurazione…
    Niente paura: seguendo le indicazioni presenti in questa guida, è possibile creare il nostro bridge utilizzando l’interfaccia “CLI”. Il procedimento è il seguente:
    – accedere all’interfaccia a riga di comando facendo click sul bottone “CLI” in alto a destra
    – per attivare la modalità “configurazione” inserire questo comando:
       configure
       e quindi premere invio
    – ora creiamo un bridge di nome “br0” e gli assegniamo l’indirizzo IP 192.168.11.1 col comando seguente:
       set interfaces bridge br0 address 192.168.11.1/24
    e premiamo invio
    – aggiungiamo le interfacce al nostro bridge “br0”, dalla “Eth3” alla “Eth6” con questa serie di comandi (ognuno seguito dalla pressione del tasto invio):
       set interfaces ethernet eth3 bridge-group bridge br0
       set interfaces ethernet eth4 bridge-group bridge br0
       set interfaces ethernet eth5 bridge-group bridge br0
    ed infine
       set interfaces ethernet eth6 bridge-group bridge br0
    – salviamo le modifiche e quindi usciamo dalla modalità “configurazione”:
       commit ; save
    e quindi premiamo invio per confermare
  • Le quattro porte dalla “Eth3” alla “Eth6” aggregate al bridge “br0”, per maggior chiarezza, sono poi state rinominate tramite l’interfaccia web come “WiFi_1”, “WiFi_2”, “WiFi_3” e  “WiFi_4” rispettivamente.
  • Se tutte le indicazioni fornite finora sono state eseguite con successo, il menu principale “Dashboard” del nostro EdgeRouter dovrebbe presentarsi in questa maniera:UBNT EdgeRouter - la pagina Dashboard dopo la configurazione delle porte
  • Ora bisogna attivare il servizio DHCP anche per il nostro bridge “br0”: per fare questo bisogna recarsi nel menu “Services” e quindi in “DHCP Server”. Premiamo sul pulsante “Add DHCP Server” e riempiamo i campi con i valori opportuni.
    Nel nostro esempio, il range degli indirizzi va dall’IP 192.168.11.2 all’IP 192.168.11.240, il Router e il DNS sono stati impostati con l’indirizzo IP del nostro bridge ( 192.168.11.1 ) e il Lease Time è stato impostato con un valore di 7200 secondi – cioè 2 ore. Salviamo infine la configurazione premendo sul pulsante “Save”.
    UBNT EdgeRouter - Impostazione del servizio DHCP per in bridge
  • Se finora state seguite tutte le indicazioni fornite, la pagina principale del “DHCP Server” dovrebbe riportare i dati seguenti:
    UBNT EdgeRouter - Riepilogo dei servizi DHCP attivi sull'EdgeRouter
  • Come ultimo passo, bisogna accertarsi che il nostro bridge “br0” sia presente nell’elenco delle Route statiche assegnate al nostro dispositivo, andando nel menu “Routing” e quindi in “Routes”, come da figura sottostante:
    UBNT EdgeRouter - Elenco delle Route statiche attive sull'EdgeRouter
    Nel caso non fosse presente, basta aggiungere il nostro bridge tramite il pulsante “Add Static Route”
  • Nota bene: questa guida trova ispirazione da un’altra analoga, presente su Internet al seguente indirizzo.
Configurazione di un gateway EdgeRouter di Ubiquiti Networks
Tagged on:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *