I prodotti per le connessioni wireless di Ubiquiti Networks (familiarmente UBNT) sono abbastanza diffusi presso le strutture pubbliche come bar, ristoranti, alberghi, centri sportivi, ecc. ecc. A volte capita di dover smontare una vecchia installazione per far posto ad una nuova e quindi ci si trova tra le mani queste valide antenne Wi-Fi: che farne? I prodotti della serie “PicoStation” e “NanoStation” si possono riciclare come comuni “access point”, basta seguire alcune brevi ma fondamentali indicazioni.

Innanzitutto è meglio resettare l’antenna alla configurazione di fabbrica tramite l’apposito pulsantino, azionabile con l’ausilio di un piccolo cacciavite. Fatto ciò, tanto che ci siamo, è il caso di controllare la versione del firmware installato ed eventualmente aggiornarlo all’ultima versione, disponibile sul sito di supporto del produttore. Una volta scaricato il file corretto del prodotto che si vuole riutilizzare, è possibile effettuarne l’aggiornamento direttamente dalla pagina web di configurazione, raggiungibile all’indirizzo IP di default 192.168.1.20 , utilizzando le credenziali di serie (nome utente: ubnt e password: ubnt).

Riavviata l’antenna al termine dell’aggiornamento, accediamo ancora una volta alla pagina web di configurazione e procediamo ad impostare i seguenti parametri “fondamentali” per il corretto utilizzo dei dispositivi UBNT come access point – ovviamente nessuno vieta di selezionare ed impostare anche altre voci, che per il nostro scopo vengono considerate superflue:

Menu WIRELESS
Wireless Mode: “access point” (ovviamente…)
SSID: “nome rete” prescelto
IEEE 802.11 Mode: di solito meglio impostare su “G only”, per ottenere la massima compatibilità con i vari dispositivi
Channel: selezionare il canale libero migliore tra quelli disponibili (normalmente 1/6/11). A questo scopo può venir comodo utilizzare lo strumento “Site Survey” presente nel menu “Tools” del menu principale “MAIN”, il quale ci consente di verificare le reti wireless eventualmente già presenti nella zona ed operare quindi la scelta del canale libero migliore.
Security: meglio impostare WPA2-AES, altrimenti scegliere tra le altre opzioni
WPA Preshared Key: “password” di connessione prescelta, possibilmente complessa
Cliccare il pulsante “Change”, confermare le opzioni ed attendere il riavvio dell’antenna.

Menu NETWORK
Network Mode: “Bridge” (dovrebbe già essere impostato, meglio controllare)
IP Address: scegliere l’indirizzo IP opportuno per la rete nella quale andrà a lavorare l’antenna
Netmask: scegliere la maschera di rete opportuna per la rete nella quale andrà a lavorare l’antenna
Gateway IP: impostare l’indirizzo IP del router
Primary DNS IP: impostare il DNS del Provider o del dispositivo che gestisce il DNS (spesso anche il router della linea internet)
Cliccare il pulsante “Change”, confermare le opzioni ed attendere il riavvio dell’antenna.
N.B.: se avete modificato radicalmente l’indirizzo IP dell’antenna, ovviamente bisogna configurare la scheda di rete del computer in uso per poter utilizzare la nuova classe di indirizzi (esempio: 10.0.0.xyz oppure 192.168.99.xyz ecc. ecc.)

Menu ADVANCED
Noise Immunity: ho avuto i risultati migliori spuntando la voce (“enabled”)
Distance: meglio abbassare il range di utilizzo, ad esempio sul valore “0,7” miglia
Enable Client Isolation: come al solito, meglio spuntare la voce (“enabled”)
Cliccare il pulsante “Change”, confermare le opzioni ed attendere il riavvio dell’antenna.

Menu SERVICES
Enable NTP Client: di solito abilito l’opzione ed inserisco il provider dell’ora internet
Cliccare il pulsante “Change”, confermare le opzioni ed attendere il riavvio dell’antenna.

Menu SYSTEM
Timezone: impostare “GMT +01:00” – Central European Time
Cliccare il pulsante “Change”, confermare le opzioni ed attendere il riavvio dell’antenna.

Fatto! La nostra antenna UBNT riciclata è pronta per una nuova vita…
Per concludere, qui di seguito fornisco alcuni “printscreen” esemplificativi:

Pagina "MAIN" del menu di configurazione di un'antenna NanoStation

Pagina configurazione parametri wireless

Pagina configurazione parametri rete lan

Pagina configurazione parametri "advanced"

Pagina configurazione servizi vari

Pagina configurazione parametri di sistema vari

Configurare PicoStation e NanoStation come access point
Tagged on:                 

8 thoughts on “Configurare PicoStation e NanoStation come access point

  • Buongiorno, ho una picostation a 2.5 km e potevo entrare nella configurazione normalmente tramitre il suo ip via internet pero ho voluto disabilitare l’opzione WEB SERVER e SSH SERVER per vedere se ottenevo piu velocitá pero da quel momento non riesco piu a vedere via internet l’antenna. Sará per queste due opzioni disattivate?
    Grazie per la cortese risposta

  • Buongiorno
    Disabilitare il web server ha reso inaccessibile l’accesso alla pagina di configurazione dell’antenna via browser. A questo punto, mancando anche il supporto di SSH, temo che l’unica cosa da fare sia quella di procedere con un reset del dispositivo alle condizioni di fabbrica.

  • Buon Giorno anche io ho una PicoStation che da qualche tempo si sconnnette spesso qualcuno mi sa dire come entrare nel sito per la configurazione Grazie

  • Buongiorno. Il metodo più semplice è quello di effettuare il login alla pagina di setup dell’antenna inserendo il suo indirizzo IP all’interno del browser internet, fornendo poi le credenziali per l’accesso (si suppone siano diverse da quelle “di serie”, ovvero nome utente: ubnt – password: ubnt).

  • Grazie ma ho provato digito l’indirizzo ip sia sulla barra sia su google ma non trova la pagina di configurazione deldispositivo

  • Grazie ma ho provato digito l’indirizzo ip sia sulla barra sia su google ma non trova la pagina di configurazione deldispositivo qualcuno mi ha detto di cambiare indirizzo ip al pc vero?
    Come si fa?

  • Ci sono un sacco di guide su Internet su come modificare l’indirizzo IP di un computer.
    Se in ogni caso non si riesce a raggiungere l’indirizzo IP dell’antenna (supponendo ovviamente che si conosca) e se sull’antenna non sono abilitati ne’ il collegamento SSH ne’ il collegamento Telnet, non vedo altra strada che resettare l’antenna e procedere con un nuovo setup… (dopo il reset l’antenna si posizionera’ sull’indirizzo IP di default – 192.168.1.20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *