Il sig. Massimo D’Alema è ormai un desaparecidos della scena politica italiana. Non che se ne sentisse particolarmente la mancanza, comunque, ma ieri i giornalisti l’hanno punzecchiato anche in riferimento alla sua costante assenza dalle ultime riunioni della direzione del Partito Democratico. Questa è la giustificazione:

(…) Io do più attenzione ai cittadini che agli impegni di partito. La politica estera è il mio lavoro, L’Italia non è il mio impegno prevalente.

Che domanda retorica: ma il Paese è mai stato un “impegno prevalente” nel corso della carriera di questa persona, tanto abile a schivare le grane quanto a procurarne agli altri? Basta fare una semplice verifica su Internet con un qualsiasi motore di ricerca per rendersene conto. Vai a Bruxelles, Massimo. Ma restaci.

 

L’impegno di D’Alema
Tagged on:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *