Problema:

Impossibile installare Windows nel disco. E’ possibile che l’hardware del computer in uso non supporti l’avvio da questo disco. Verificare che il controller del disco sia abilitato nel menu del BIOS del computer.

Messaggio noioso e subdolo, che fa presagire emicranee e/o incazzature… Premetto ovviamente che il disco fisso funziona, il controller del disco funziona, tutto il computer “funziona”, insomma. Per far apparire quel messaggio sinistro sopra riportato bisogna essere nelle seguenti condizioni: disporre di un computer con interfaccia software UEFI (l’interfaccia che ha sostituito il vecchio BIOS nei computer, sicuramente a partire dal 2010 in avanti) e avere la necessità di reinstallare il sistema operativo a bordo. Le cronache dicono che questo inconveniente si manifesta se qualcuno vuol passare da un sistema operativo Microsoft Windows Vista/7/8/8.1 ad un sistema operativo precedente, il quale non supporta la gestione UEFI delle periferiche. A me il problema invece è capitato tentando di reinstallare Windows 7 Professional…

Per tentare di ingannare la ferraglia, ho provato a reinstallare sul PC anche il recente Windows 8.1, tentativo che non ha avuto miglior sorte. In pratica, dopo aver superato la prima fase di caricamento dei driver dal DVD del sistema operativo prescelto, si passa alla fase successiva di verifica e selezione dell’unità di memoria di massa sulla quale installare il sistema operativo: qui capita il fattaccio e quell’avviso compare minaccioso e testardo, impedendo ogni tentativo di aggiramento dell’ostacolo “con le buone” (verifica del disco fisso, controllo dei suoi parametri SMART, eliminazione di ogni partizione precedente, controllo che il disco si predisponga nella più mite configurazione “di base” e non come “dinamico”, ecc. ecc).

Soluzione: la partizione GPT del disco fisso si è imbizzarrita e quindi bisogna ricondurla alla ragione, “con le cattive maniere”.

NOTA BENE: la procedura indicata qui di seguito è distruttiva, quindi bisogna accertarsi di avere una copia dei dati utente eventualmente presenti sull’unità di memoria di massa da correggere.

Procediamo: si collega il disco fisso capriccioso alla piastra madre di un “muletto”, utilizzando un’interfaccia SATA libera, si accende il muletto e si esegue il suo sistema operativo (io ho utilizzato il caro vecchio Windows XP), il quale prendera’ in carico la nuova periferica e la predisporrà per il suo normale utilizzo. Giunti a questo punto, i passaggi per cancellare la partizione GPT sono noti e sono i seguenti:

  • Aprire il Prompt dei comandi
  • Digitare l’utilità della riga di comando “diskpart
  • Visualizzare l’elenco dei dischi installati eseguendo il comando “list disk”
  • Selezionare il disco fisso con la partizione GPT da cancellare, eseguendo il comando “select disk X”, dove “X” va sostituito con il numero del disco incriminato
  • Eseguire il comando “clean” – la partizione GPT verrà cancellata
  • Eseguire il comando “exit” per uscire dall’utilità diskpart
  • Chiudere il Prompt dei comandi

A questo punto si può arrestare il sistema operativo del muletto, scollegare dalla piastra madre il disco fisso ripulito, reinstallare il medesimo sul suo computer originario e ritentare una nuova reinstallazione del sistema operativo: tutto ora procederà, finalmente, per il verso giusto (incrociamo comunque le dita).

A titolo di esempio, allego un printscreen della lista delle operazioni indicate sopra:

Comando diskpart - eliminazione partizione GPT

Partizioni GPT e problemi nella reinstallazione del sistema operativo
Tagged on:                 

7 thoughts on “Partizioni GPT e problemi nella reinstallazione del sistema operativo

  • Scrivi in modo tanto sicuro ma di fatto la tua soluzione funziona solo in alcuni casi.

  • Opinioni. Quando mi è capitato il problema, la soluzione proposta ha sempre funzionato (e non credo sia l’unica possibile).

  • a me ha funzionato proprio ieri con un notebook che stavo sistemando.
    Tanto di cappello e grazie per la guida!

  • Grazie per me ha funzionato benissimo.
    Non ho neanche dovuto staccare l’hard disk ma ho fatto tutto dal prompt del pannello di reinstallazione di Windows direttamente con il CD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *